STUDER ON AIR MICRO, IL DIGITALE DI MARCA PER TUTTI

Oggi vi voglio presentare un nuovo prodotto che potrebbe in breve tempo entrare nelle regie di piccole radio, penso a radio locali o web radio con qualche finanza in più, ma anche negli studi mobili di emittenti di un certo spessore grazie alla sua compattezza ed economicità, sto parlando del nuovo broadcast mixer digitale STUDER ON AIR MICRO.

Il sistema è composto da due pezzi: 
- la DSP Core Unit dove sono presenti il sistema di controllo (con un web server integrato), 12 ingressi/uscite analogici/digitali, un registratore, un processore di segnale sui singoli ingressi con De-Esser, 4-band Parametric EQ, High Pass and Low Pass Filters, Compressor, Noise Gate and Ducking, un limiter in uscita e 2 processori d'effetti stereo Lexicon.
- il Fader Controller da 6, molto semplificato e minimale, può essere implementato con un secondo controller con ulteriori 6 fader, per un massimo di 12 (4x Ingressi microfonici, 8x Ingressi Line, 12x Uscite, 2 in/out Usb, 2x AES I/O, 8x DANTE I/O (AoIP)), gestibili con la stessa DSP Core Unit.

Per programmare il routing audio e controllare il sistema tramite la GUI sarà sufficiente collegare la DSP Core Unit alla rete tramite lan o WiFi e  inserire l'indirizzo ip assegnato all'interno del browser di un pc o un tablet e il gioco è fatto senza dover installare alcun software o driver.

La qualità degli ingressi e della core unit sono paragonabili a prodotti STUDER di più alta fascia come i Vista 1, ma ON AIR MICRO è nato per abbassare i costi! Nella sua configurazione standard con un solo controller da 6 fader e la DSP Core Unit avrete una spesa che si aggira intorno ai 5000€, assolutamente un prezzo mai visto prima in casa STUDER
Dopo l'uscita di ON AIR 1500, con questo ulteriore prodotto, l'azienda elvetica dimostra di voler portare la sua qualità e i suoi prodotti anche in casa di chi ha meno budget a sua disposizione, senza però rinunciare alla qualità e il prestigio di un marchio storico del broadcasting digitale.

 

I primi 6 mesi del 2016

Ciao a tutti, non sono abituato a scrivere articoli auto celebrativi, ma i primi sei mesi di questo anno sono stati per la Media Stream molto importanti e quindi ci tengo a fare un breve bilancio.

Grazie alla stretta collaborazione con Maurizio Burato e New Radio srl, molte sono le radio che si sono affidate a me per effettuare lo storico aggiornamento di Mb Studio nella sua versione 8.56 e dal quale poi, con alcune di esse, è nato un rapporto di collaborazione continuativo su molti fronti.
A maggio di quest'anno ho proceduto con l'attivazione di una nuova web radio (Radio SA), che va ad arricchire cosi questo ambiente in continuo fermento, mentre proprio in questi giorni stiamo rodando la nuova Web Radio 5.9, che ha deciso di fare un salto di qualità sia tecnico che artistico con la sua nuova proprietà. In questo caso è stato un gradito ritorno nel gruppo, in quanto ricorderete la mia partecipazione al progetto nella sua fase iniziale insieme a MTV Italia.
Infine continua la collaborazione, iniziata sul finire del 2015, con la 22HBG srl per quanto riguarda la ricerca e lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi legati al mondo del broadcasting web.

Quindi un sentito GRAZIE a tutte le aziende che continuato a darmi fiducia ogni giorno affidandomi i loro progetti e le loro idee.
W la RADIO.

Fabrizio Tripaldi

MAGGIO 2016, IN VIAGGIO CON LE WEB RADIO

Quello che vi propongo oggi è una sorta di diario di bordo di un viaggio in auto tra Sorbara (ridente località della bassa modenese conosciuta per l'ottimo Lambrusco) e la città di Perugia; ovviamente, come si intuisce dal titolo, ascoltando un flusso streaming.
Partiamo dal dire che avevo già provato spesso, nel 2015, a fare una cosa simile in A1 tra Modena e Milano, ma alla fine per i molti buffer ho sempre chiuso prima dell'arrivo, ma stavolta, nel 2016 e nelle condizioni che tra poco vi elencherò, qualcosa è cambiato.

Allora ricapitoliamo: partenza Sorbara, tramite SS12 fino a Modena Nord; A1 fino a Sassomarconi; A1 Variante di Valico fino a Barberino del Mugello; nuovamente in A1 fino all'uscita Valdichiana; per concludere in RA6 fino a Perugia. Il tutto per un totale di 2 ore e 40 minuti di viaggio. Operatore mobile in 3G Wind su smartphone collegato alla radio mediante cavetto Aux. 

Bene il risultato è qualcosa che, per me, ha dell'incredibile in Italia considerando anche la tipologia di strada: non un blocco, un buffer o piccolo saltello; il flusso è sempre stato costante! Ora se andiamo a rileggere il percorso effettuato e lo confrontiamo con la morfologia del territorio, ci accorgiamo facilmente che parliamo di appennini e sulla variante di valico ci sono gallerie lunghe fino a 8,5km ma, anche all'interno di queste, il segnale era sempre al massimo della sua potenza, permettendo cosi la riproduzione del flusso audio senza problemi.

Ritengo quindi che finalmente siamo sulla buona strada perchè per sviluppare nuovi settori, come le web radio ad esempio, occorrono soprattutto le infrastrutture che ne permettano poi l'utilizzo.
E' ovvio che ancora molta strada c'è da fare, perchè se stiamo risolvendo il problema di continuità di segnale tra una cella e l'altra, anche a velocità sostenute e su territori impervi, il prossimo step è quello della banda di accesso, ancora troppo poca quella messa a disposizione sulle singole BTS, rispetto ad un traffico contemporaneo in continuo aumento.
Attenzione, preciso che con banda di accesso, non intendo quella con il quale si allineano i vostri apparati rispetto alla BTS, ma la reale velocità di scambio dati verso il mondo esterno. (Un esempio classico è l'impossibilità alla navigazione durante una manifestazione come un concerto anche se sul vostro apparato avete segnale massimo in H+.)
Naturalmente con il 4G questa situazione sta pian piano migliorando, ma intanto possiamo dire che se vogliamo ascoltare la radio oltre a: Fm e "neo" DAB+, abbiamo un'altra possibilità, le Web Radio.

Buon viaggio e buon ascolto a tutti.

Give your website a premium touchup with these free WordPress themes using responsive design, seo friendly designs www.bigtheme.net/wordpress